La stanza di Marco

Il Policlinico di Messina si è reso disponibile a partecipare attivamente all’iniziativa promossa dall’Associazione, per la realizzazione del Progetto “LA STANZA DI MARCO”

CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO “LA STANZA DI MARCO”


TRA


L’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico “Gaetano Martino” di Messina (in seguito per brevita “Azienda”) con sede in Messina, Via Consolare Valeria no 1, 98124, C.F./P.I. 03051890832, nella persona del Direttore Generale Dr. Giuseppe Laganga Senzio;


E


L’Associazione Carpe Diem ONLUS (in seguito per brevità Associazione), codice fiscale 96009190834 con sede in Taormina (fraz. Trappitello) via Francavilla, 329/A, nella persona del Presidente Pippo Gianluca Calà domiciliato per la carica presso la stessa Associazione;


PREMESSO CHE

I’AOU si è resa disponibile a partecipare attivamente all’iniziativa promossa dall’Associazione e condivisa con la Prof.ssa Gabriella Di Rosa, UOC di Neuropsichiatria Infantile, per la realizzazione del Progetto “LA STANZA DI MARCO” in linea con i principi e gli scopi previsti dalla vigente normativa
nazionale e regionale.


SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE


Articolo 1
(Premesse)


Le premesse, gli atti e i documenti sopra richiamati, ancorché non materialmente allegati, costituiscono parte integrante del presente atto.

Articolo 2
(Oggetto)


La presente convenzione disciplina la realizzazione del progetto “LA STANZA DI MARCO”, allegato alla presente convenzione quale parte integrante.
L’obiettivo generale del Progetto Pilota è dedicato ai giovani affetti da patologia dello spettro autistico, al fine di portare a compimento il proprio progetto di vita dipendente.


Articolo 3
(Obiettivi ed azioni del progetto pilota)


Gli obiettivi specifici del progetto possono essere così riassunti:
1) Creazione di una struttura che accolga i laboratori occupazionali;
2) Continuità terapeutica degli utenti;
3) Modifica di comportamenti problema/strutturati;
4) Acquisizione intensiva di autonomia relazionali e occupazionali;
5) Integrazione socio lavorativa del soggetto autistico tramite l’abilitazione e l’attivazione di tirocini formativi extracurriculari;
6) Validazione di un modello pilota che possa essere replicato in altri contesti.


Il progetto prevede la realizzazione di un’azione pilota di integrazione socio lavorativa, realizzata attraverso attività in campo aperto ed in fabbrica, affiancata da una costante attività terapeutica al fine di garantire la realizzazione di un completo progetto di vita per i soggetti affetti da patologia delle spettro autistico.


Articolo 4
(Modalità di svolgimento delle attività)


L’Associazione garantisce il corretto svolgimento delle attività oggetto della presente convenzione, nei modi e nei tempi previsti nel progetto allegato alla presente convenzione.
Le attività progettuali saranno svolte presso I’UOC di Neuropsichiatria.
Con successivo atto I’AOU procederà ad individuare il Responsabile della corretta esecuzione del progetto e della presente convenzione.


Al Responsabile è fatto carico di:

individuare i soggetti che parteciperanno alle attività progettuali;

acquisire, preventivamente, l’autorizzazione dei soggetti individuati con la quale, nel dare il proprio il proprio assenso alla partecipazione alle attività progettuali, oggetto della presente convenzione, sollevano I’AOU da ogni responsabilità;

predisporre una scheda nominativa per singola famiglia individuata nella quale dovrà essere sinteticamente riportata la situazione del paziente, la valutazione inmerito alla partecipazione alle attività progettuali, e le raccomandazioni sotto il profilo medico-specialistico. Copia della scheda dovrà essere consegnata all’Associazione.


Articolo 5
(Impegni dell’Associazione)


L’Associazione si impegna a svolgere direttamente l’attività oggetto della presente convenzione tramite i propri incaricati con esclusione assoluta di affidamento della stessa a terzi ed a garantire il rispetto della vigente normativa in materia di Privacy.
L’Associazione garantisce per i propri incaricati e per le attività oggetto della presente convenzione la stipula di una polizza assicurativa la cui copia dovrà essere consegnata alla competente Struttura Aziendale.


Articolo 6
(Tesserino di riconoscimento)


L’Associazione si impegna a fare indossare agli incaricati, in maniera visibile, il tesserino nominativo di riconoscimento riportante la dicitura Progetto “LA STANZA DI MARCO”.


Articolo 6
(Competenza tecnica)


L’Associazione garantisce che gli operatori e/o i propri incaricati inseriti nelle attività oggetto della presente convenzione sono in possesso delle necessarie cognizioni tecniche e pratiche necessarie allo svolgimento delle attività/prestazioni specifiche.


Articolo 7
(Impegni dell’Azienda)


L’Azienda si impegna a garantire l’accesso alle Strutture deii’AOU da parte degli incaricati dell’Associazione.
L’AOU, inoltre, si impegna a rendere disponibile, tramite il Ce.R.I.P.” Centro di Ricerca e di Intervento Psicologico” dell’Università degli Studi di Messina, il Servizio
di Intervento Psicologico a supporto del Progetto.


Articolo 8
(Durata e recesso)


La presente convenzione avrà la durata di anni tre dalla data della sua sottoscrizione e non potrà essere oggetto di tacito rinnovo.
L’AOU e l’Associazione potranno risolvere la presente convenzione in ogni momento, previo preavviso di almeno 15 giorni.
L’AOU potrà risolvere la presente convenzione per sopravvenute disposizioni legislative nazionali, regionali o regolamentari che ne impediscono il proseguimento.


Articolo 9
(Controversie)


Per eventuali controversie che dovessero insorgere tra le parti in ordine all’applicazione della presente convenzione, non risolvibili m via bonaria, è
competente il Foro di Messina.


Articolo 10
(Norma finale)


Si rinvia, per quanto non espressamente previsto dalla presente Convenzione, alla normativa vigente. La presente convenzione verrà sottoscritta con firma digitale, secondo le modalità previste dal Codice dell’Amministrazione Digitale per le comunicazioni tra pubbliche amministrazioni, relativamente all’invio di documenti in formato digitate attraverso l’utilizzazione della casella PEC, e sarà registrata solo in caso d’uso, ai sensi del DPR 131 del26/04/1986.
Le spese di registrazione saranno poste a carico della parte richiedente.
Letto approvato e sottoscritto.

Per I’AOU
Il Direttore Generale
Dott. Giuseppe Laganga Senzio


Per l’Associazione
Il Presidente
Dott. Pippo Gianluca Calà